Vient de paraître : Paolo Cuttitta, Lo spettacolo del confine (Lampedusa)

Vient de paraître : Paolo Cuttitta, Lo spettacolo del confine. Lampedusa tra produzione e messa in scena della frontiera, Milano, Mimesis (Eterotopie), 2012

Questo libro spiega come un’isola possa essere trasformata in confine, e un confine in ribalta teatrale. L’isola è Lampedusa, di cui le politiche di controllo migratorio sviluppatesi nell’ultimo ventennio hanno esaltato il carattere di confine (la “confinità”) attraverso un lungo processo di “frontierizzazione” e, al tempo stesso, di spettacolarizzazione. Nel ripercorrere le tappe di questo duplice processo (nell’illustrare, cioè, i cinque atti dello “spettacolo del confine”), l’autore ne evidenzia le narrative prevalenti, che oscillano tra la retorica securitaria e quella umanitaria. Oltre a fornire un originale contributo a quel filone dei Border Studies che si interroga sui processi di costruzione dei confini, il libro, esaminando le caratteristiche della “confinità” di Lampedusa, ricostruisce i tratti essenziali del regime di frontiera tra Italia e Nordafrica e passa in rassegna i principali nodi tematici del dibattito politico e accademico in materia di controllo dell’immigrazione.

Paolo Cuttitta insegna Sociologia giuridica dell’immigrazione all’Università di Palermo. Autore di Segnali di confine. Il controllo dell’immigrazione nel mondo-frontiera (Mimesis, 2007), ha anche curato, con F. Vassallo Paleologo, Migrazioni, frontiere, diritti (Esi 2006). (presentazione editore)

Voir aussi :

Cuttita, Paolo, Le monde-frontière. Le contrôle de l’immigration dans l’espace globalisé, Cultures & Conflits, 2007/4, n° 68, p. 61-84.

Cuttitta, Paolo, The Case of the Italian Southern Sea Borders: Cooperation across the Mediterranean ?, in Documentos CIDOB – Migraciones, 17. Immigration flows and the management of the EU’s southern maritime borders, Cidob Edicions, Barcelona 2008.

Lo spettacolo del confine : INDICE 

INTRODUZIONE

Il confine Lampedusa (Frontiera e palcoscenico)

Studi sul confine (Processi di produzione)

Spettacoli del confine (La frontiera come ribalta)

Narrative del confine (Sicurezza e umanità)

Politiche del confine (Controllo e integrazione)

I. LA “CONFINITÀ” DI LAMPEDUSA (LA FRONTIERA VISTA DALLA FRONTIERA)

Il volume degli ingressi via mare

La morte alle frontiere

Le rotte che cambiano

Le metamorfosi del confine

Il rispetto dei diritti umani

Natura e funzioni dei centri di accoglienza e di detenzione

La soggettività dei migranti

Esternalizzazione e delocalizzazione dell’asilo

La globalizzazione del controllo delle migrazioni

Tra umanitarizzazione e securitizzazione dei controlli

II. LA “FRONTIERIZZAZIONE” DI LAMPEDUSA (COME SI COSTRUISCE LA FRONTIERA)

Alle origini della “confinità”

Concentrare i migranti, concentrare il confine

Cambi di rotta: la svolta tunisina

Acuire le crisi, aumentare la “confinità”

Respingere i migranti, dilatare il confine

III. LAMPEDUSA IN SCENA (LO “SPETTACOLO DEL CONFINE”)

Spazio scenico, attori e spettatori

Registro narrativo

Primo atto (Fermezza)

Secondo atto (Umanità)

Terzo atto (Emergenza)

Quarto atto (Immigrazione zero)

Quinto atto (Emergenza bis)

Epilogo/Intermezzo

Dietro le quinte

BIBLIOGRAFIA

Monument to Sea Migrants on Lampedusa,Italy

On the shore at Lampedusa is a monument created by famed Italian artist, Mimmo Paladino, in memory of thousands of illegal immigrants who have perished trying to reach Europe.

Photo courtesy of Paladino Studios.

http://www.flickr.com/photos/dukeunivlibraries/3807518405/sizes/z/in/photostream/