A «l’Espresso» il premio Diritti umani (Germania) per l’inchiesta sui naufragi di Lampedusa, Fabrizio gatti, Undercover (blog), 15/09/2014

« La fondazione tedesca «Pro-Asyl» ha assegnato a «l’Espresso» il premio «Menschenrechtspreis 2014» per l’inchiesta sul naufragio dell’11 ottobre 2013, quando a 60 miglia a Sud di Lampedusa lo scaricabarile tra Italia e Malta e i ritardi nei soccorsi contribuirono alla morte di 260 profughi siriani tra i quali almeno 60 bambini.

 «Pro-Asyl» è la principale organizzazione in Germania e tra le più importanti in Europa nel promuovere il rispetto dei diritti umani e nel denunciare violazioni e abusi nell’Unione e lungo i suoi confini. Il premio è stato consegnato a Francoforte a Fabrizio Gatti, autore dell’inchiesta.

 «Le inchieste di Fabrizio Gatti sulle ​​flagranti violazioni dei diritti umani che coinvolgono i rifugiati in Italia e in altri punti caldi in Europa rappresentano un contributo speciale nel sensibilizzare i cittadini sulla grave situazione dei richiedenti asilo», ha detto Andreas Lipsch, presidente di «Pro-Asyl», davanti ad attivisti e sostenitori durante la cerimonia di consegna del premio, una scultura in bronzo e un assegno di cinquemila euro. Gatti ha rinunciato al premio in denaro affinché venga destinato all’assistenza dei profughi siriani che chiedono asilo in Germania.

 Senza le indagini de «l’Espresso», «le scandalose circostanze della strage di profughi dell’11 ottobre 2013 sarebbero rimaste sconosciute», è scritto nella motivazione del premio. »   (…)

 http://gatti.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/09/15/germania-a-